Le guerre tra Slavi e Longobardi: genesi di un dualismo culturale

Introduzione Una delle peculiarità etnico-linguistiche del Friuli è senza dubbio data dalla presenza secolare, per non dire millenaria, di insediamenti slavi lungo la fascia di confine orientale quasi senza soluzione di continuità; fascia che può essere poi suddivisa nelle varie aree del Carso, del Collio, della Slavia Friulana, della Val Resia e della Val Canale. … Leggi tutto Le guerre tra Slavi e Longobardi: genesi di un dualismo culturale

Annunci

Gli scampanotadôrs ed il tesoro di Collerumiz

Quante volte i rintocchi delle campane dei nostri paesi e città hanno accompagnato i nostri affari quotidiani, le nostre passeggiate, chiacchierate e anche messe? Dall'aperta campagna al cuore della città il suono delle campane ritorna ogni volta come la prima volta, vibrante, deciso, pieno. Troppo abituati il più delle volte sicuramente siamo per dedicare a … Leggi tutto Gli scampanotadôrs ed il tesoro di Collerumiz

Peonis tra il mito di Bottecchia, il film di Scola e il terremoto

Il Friuli antropico è composto per la maggior parte da villaggi e medio-piccoli paesi, che ben raramente vengono ricordati e menzionati per una qualche attrazione o per un fatto storico in particolare; sembrano far parte della massa indistinta dei piccoli centri che ben pochi conosceranno a fondo. Eppure, oltre alle storie più o meno dettagliate … Leggi tutto Peonis tra il mito di Bottecchia, il film di Scola e il terremoto

L’importanza del Comune nel Friuli patriarcale

Durante il secolo XII, sotto la spinta delle nuove condizioni economiche e dell’evoluzione sociale che fermenta soprattutto la classe media, in Friuli si vengono a formare, accanto alle strutture dello Stato feudale, due nuovi istituti che apriranno la via ad una sempre maggiore partecipazione popolare della cosa pubblica: il Comune e il Parlamento. “Il comune … Leggi tutto L’importanza del Comune nel Friuli patriarcale

Portis Vecchia: antico scalo per gli zatterai del Tagliamento

Poco più a nord di Venzone, emblema di rinascita e ricostruzione integrale, vi è, o meglio, vi era una frazioncina il cui destino si contrappose a quello del suo capoluogo comunale, essendo stata abbandonata completamente. È Portis, o Portis Vecchia per distinguerla dal paese nuovo, edificato a nord del Rio Pissanda negli anni '80, in … Leggi tutto Portis Vecchia: antico scalo per gli zatterai del Tagliamento