Scorci di campagna (parte prima)

La campagna friulana non è natura scialba, sfruttata, impoverita, è il perfetto equilibrio che si è instaurato tra le più ataviche attività umane e il resto del creato. E’ la forma più pura e genuina del rapporto uomo-natura. Nella nostra piccola regione è stata, per fortuna, in larga parte rispettata e rappresenta un luogo, oltre che di lavoro, anche dello spirito, tra mille sensazioni e la consapevolezza delle fatiche e del sudore col quale è stato impastato il suo suolo per millenni. La campagna è stata consacrata dai nostri avi, e ora noi, spesso presi a vuoto dal fascino del moderno, dobbiamo riscoprirla e lasciarla raccontarci le sue storie!

Enrico Rossi

dsc_0144

Spiga guardinga, febbraio 2017 – Rivoli di Osoppo (UD) (Matteo Paoluzzi)

 

20150324_164518

Suolo eterno, marzo 2015 – Nogaredo di Prato (UD) (Matteo Paoluzzi)

 

20150324_164654

Il prezzo di esistere, marzo 2015 – Nogaredo di Prato (UD) (Matteo Paoluzzi)

 

20150703_210827

Il tempo di essere secchi, luglio 2015 – Torreano di Martignacco (UD) (Matteo Paoluzzi)

 

20150703_210627

Osservando nascosti, luglio 2015 – Torreano di Martignacco (UD) (Matteo Paoluzzi)

 

20150111_164652

Quasi come in guerra, gennaio 2015 – Santa Margherita del Gruagno (UD) (Matteo Paoluzzi)

 

DSC_0147

Scartato da tutti?, gennaio 2017 – Rivoli di Osoppo (UD) (Matteo Paoluzzi)

 

NB: i titoli sono stati scelti da Enrico Rossi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...