La storica Via San Valentino: scomparsa e sostituita

Numerose sono state le strade aperte nell’ultimo secolo, soprattutto dal Secondo Dopoguerra in poi, anche in centro, ma risultano sicuramente ancora più numerose quelle che, invece, sono state chiuse nel corso della storia del centro. Alcune sono completamente scomparse senza lasciare traccia, per altre rimane giusto qualche residuo, magari così celato dal tempo che passa molto spesso inosservato; e poi ci sono altre che lasciano prove evidenti, ma che magari non vengono intese come tali perché non ci si pone nemmeno la domanda.

 

Una di queste ultime è la ex Via San Valentino, nulla a che fare, dunque, con l’omonima strada attuale che collega Via Pracchiuso a Via

san-valentino

Il portone che sbarra inesorabilmente la strada per il vecchio ingresso della calle scomparsa, in Via Pracchiuso. (foto personale)

Caneva, anche se entrambe si agganciano a Borgo Pracchiuso e prendono il nome dalla cinquecentesca chiesa del borgo. Certamente due vie col medesimo nome non possono coesistere nello stesso Comune, e dunque, perché quella attuale, del Secondo Dopoguerra, possa essere stata così denominata, era necessaria la non presenza della precedente, o meglio, il non riconoscimento di questa come via pubblica. Il Della Porta, precisissimo come quasi sempre, ci dice che si tratta di una strada soppressa che, partendo quasi di fronte a Via Tomadini, portava da Via Pracchiuso alle mura della V Cerchia, attraversando il complesso dell’Ospedale Militare (poi Caserma Reginato e sede attuale, tra gli altri, anche del Centro Documentale di Udine). Nell’accuratissima mappa del Lavagnolo, metà ‘800, si nota benissimo il vicoletto con, all’epoca, a est l’ospedale suddetto (ex Convento della Vergine dei Sette Dolori) e a ovest la Cancelleria e i Magazzini Militari, già Caserma di Cavalleria. Nella mappa è segnalata come “Calle di San Valentino”, assolutamente da non confondere con Calle Valentinis, uno dei nomi storici della graziosa Salita di San Bartolomio, presso Porta Manin. Ma, mentre queste denominazioni sono ottocentesche, si scopre, invece, come nel ‘600 portasse il nome di “Cort dal Panizzûl”, in cui quest’ultimo sarebbe semplicemente un antroponimo.

 

Ma quando fu chiusa questa stradina? L’opera del

san-valentino1

Lo stesso percorso ancora perfettamente visibile nella mappa del Lavagnolo. (screen ricavato dalla pianta della città di Udine, Antonio Lavagnolo, 1843-’50)

Della Porta, in cui viene citata, risale al 1928, dunque il declassamento da strada pubblica deve essere avvenuto prima. Nella mappa dell’Orettici, del 1880, già si vede come sia rimasto percorribile solo il tratto più prossimo a Via Pracchiuso, come oltre vi sia un semplice muro di cinta che ricalca il resto dell’antico tracciato e soprattutto come l’ingresso dal borgo sia sbarrato da un segmento di confine, risalente dunque alla prima parte della seconda metà dell’800. Che si sia trattato non di un semplice muro senza aperture ma di un portone con cancellata, lo possiamo ricavare guardando ora il vecchio ingresso, al civico n. 14 di Via Pracchiuso. Per ironia della sorte, attualmente esiste nuovamente una stradina con in parte quasi lo stesso percorso di quella estinta, ma che presenta l’ingresso dalla parte opposta e che permette, cioè, di entrare dal Parco della Rimembranza, a ridosso di Piazzale Del Din, al complesso della Quiete. Quando hanno creato questo nuovo passaggio, forse non hanno neanche fatto caso che hanno involontariamente fatto in parte rinascere quella che fu la prima e storica Via San Valentino!

 

Pubblicato su Facebook il 24 maggio 2016

(fonti principali: medesima pianta; pianta topografica della città di Udine e suoi dintorni, G. Orettici, 1880; libro “Toponomastica Storica della Città e del Comune di Udine”, Giovanni Battista Della Porta, 1991)

 Enrico Rossi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...